AZIENDE 4S: SI MOLTIPLICANO LE ADESIONI AL NETWORK!

Aziende 4sustainabilityCirca due anni fa, cinque aziende produttrici di filati fra le più importanti e innovative del settore si affidarono a 4sustainability per avviare un percorso concreto verso la sostenibilità, adottando un Protocollo e una Carta dei Valori che rappresentano una forte  assunzione di responsabilità nei confronti di consumatori, clienti, lavoratori e collettività. Attraverso il Consorzio Promozione Filati (CPF)Filpucci, Lanificio dell’Olivo, Pinori Filati, Pecci Filati e Industria Italiana Filati hanno aderito per primi alle Aziende 4S, così denominate proprio per la scelta di 4sustainability come partner e consulente.

La famiglia, oggi, si è decisamente allargata, arrivando a comprendere decine di altre aziende che, seguendo l’esempio del Consorzio, hanno sposato l’approccio alla sostenibilità ben riassunto nel claim 4sustainability good ethics good business.
Delle Aziende 4S fanno parte anche diversi brand, esclusi dalla selezione online sul sito per rispetto alle loro politiche di riservatezza. Sono le imprese della filiera, tuttavia, il vero cuore pulsante del sodalizio, come si evince anche dall’esperienza di chi per primo in assoluto ha creduto nel progetto: il Lanificio dell’Olivo.

«A un certo punto, ci siamo resi conto che il mercato stava cambiando, influenzato da una crescente sensibilità dei consumatori verso valori etici e ambientali». Il racconto è di Ilaria Taddeucci Sassolini, consigliere della storica azienda toscana di filati, che sottolinea la lungimiranza di un impegno assunto per realismo e senso responsabilità.

«Il confronto quotidiano con i nostri clienti ci ha spinto a guardarci dentro e a fare scelte importanti, capaci di incidere a lungo termine sul futuro dell’azienda e di chi lavora per noi. Sapevamo che, quello verso la sostenibilità, sarebbe stato un cammino complesso, ma indispensabile per crescere in valore.
Per distinguerci da una concorrenza quanto mai agguerrita a livello di prezzi, l’unica strada è l’eccellenza e dunque anche un approccio alla sostenibilità concreto e a tutto campo. Per questo ci siamo affidati a 4sustainability, perché volevamo un supporto di competenze certe e trasversali a prodotti e processi. E la partnership del network con il laboratorio Brachi ci garantiva ulteriormente in questo senso».

Il Consorzio Promozione Filati, di cui Ilaria Taddeucci è stata presidente fino allo scorso marzo, ha seguito il Lanificio dell’Olivo sulla base di queste stesse considerazioni. «Lavorando con 4sustainability, abbiamo capito di aver preso la strada giusta. Avevamo bisogno di darci un metodo, perché è solo in questo modo che si ottengoni risultati misurabili e duraturi, con importanti ricadute sulla gestione, l’organizzazione e l’efficienza».

Tra le aziende della filiera, in particolare, tante hanno adottato il Protocollo 4S per la riduzione delle sostanze chimiche in produzione, qualificandosi proprio per questo agli occhi dei brand.  «Ad esse – sottolinea Francesca Rulli, fondatrice di 4sustainability – vanno sommate le oltre 100 aziende italiane della filiera coinvolte attraverso progetti custom e iniziative di formazione, tra cui i corsi ZDHC per chemical manager. traguardo importante che serve a dare visibilità e vantaggio competitivo a un settore strategico della nostra economia».