4sustainability_Better_Cotton_InitiativeBetter Cotton Initiative, il programma volontario che punta a creare una filiera produttiva del cotone ad alto contenuto di sostenibilità, ha annunciato di aver superato il traguardo delle 700 aziende associate. L’organismo sottolinea con entusiasmo l’impulso generato dalla partnership con ben 46 fra brand e retailer.
I responsabili dell’iniziativa, in particolare, notano un’accelerazione degli impegni assunti, tanto che per il terzo anno consecutivo c’è stato un incremento di oltre il 50% del numero di nuovi firmatari annuali.

Dopo G-Star Raw, Cone Denim e Hema, sono entrati a far parte del programma C&A, PT Indo-Rama, Manufacturas Kaltex e la United States Fashion Industry Association. La BCI contava già tra le sue fila i gruppi H&M, Inditex, Ikea, Levi Strauss&Co, Adidas, Nike, Marks & Spencer, Tommy Hilfiger e VF Corp.

«Nel sesto anno di esistenza dell’iniziativa, BCI e Better Cotton hanno raggiunto un livello di maturità di cui tutto il settore può andare fiero», ha commentato il direttore del programma Ruchira Joshi. «Senza i nostri membri non ci saremmo riusciti. Quest’anno, chiediamo a tutti fare ciascuno la sua parte per trasformare il futuro del cotone e spingere gli impegni di Better Cotton ancora più lontano».

Better Cotton, con l’aiuto delle aziende aderenti, ha l’obiettivo di istituire in tutto il mondo una rete di fornitori di cotone responsabili, rispondendo una domanda quantificabile in 25 milioni di tonnellate di cotone prodotto ogni anno in 85 Paesi.

Per maggiori informazioni, leggi il comunicato ufficiale