4SUSTAINABILITY PORTA A PITTI FILATI LA METODOLOGIA ZDHC

4sustainability porta a Pitti Filati la metodologia ZDHCPer il terzo anno consecutivo, 4sustainability è presente a Pitti Filati con un workshop dedicato alla sostenibilità come approccio all’impresa e allo sviluppo. Un classico, ormai, che richiama sempre più persone fra espositori e visitatori della fiera internazionale di riferimento del settore dei filati per maglieria.
Sostenibile, ma vero! Risultati misurabili e dati reali per la comunicazione della sostenibilità è il titolo dell’appuntamento di quest’anno, organizzato da Feel The Yarn e impostato da Francesca Rulli, fondatrice e front woman di 4sustainability, sull’importanza per la filiera, in particolare, di valorizzare il percorso intrapreso verso la sostenibilità.

Il nemico numero uno si chiama greenwashing, ovvero la tendenza di comunicare inesistenti conversioni all’etica e al green “lavandosi”, in qualche modo, la reputazione. La verità, però, è fatta di dati reali, da trasmettere ai brand e ai consumatori sposando la linea della trasparenza, del monitoraggio e della rendicontabilità. Solo in questo modo, infatti, si potrà avere il desiderato ritorno d’immagine da un investimento che, di effetti, positivi, ne ha molti e traversali, in termini di efficientamento organizzativo, risparmio energetico e stimolo al cambiamento.

I migliori testimoni di tutto questo sono le aziende presenti a Pitti Filati che si sono affidate proprio a 4sustainability e al suo approccio basato su:

  • sostituzione delle materie prime “tradizionali” con materie prime sostenibili
  • social compliance
  • riduzione dell’impatto ambientale della produzione con focus sulla graduale eliminazione delle sostanze chimiche tossiche e nocive

Il Protocollo Chemical Management 4sustainability applica la metodologia ZDHC – Zero Discharge of Hazardous Chemical, a cui Francesca Rulli ha fatto più volte riferimento durante il suo intervento a Pitti e in risposta alle tante domande di una platea di anno in anno più e interessata… e giovane!
Tra i presenti, anche gli aspiranti stilisti delle migliori scuole internazionali impegnati nel concorso Feel the Yarn – Italian Excellence, innovativo progetto che vede l’impegno congiunto di Consorzio Promozione Filati e di Pitti Immagine e il sostegno di 4sustainability. Obiettivo comune? Favorire la creatività espressa dai migliori produttori italiani di filati.