4S E SISTEMA MODA ITALIA, SUCCESSO A VERONA!

SMI_bigÈ andato in scena lo scorso 25 marzo a Dossobuono di Villafranca, in provincia di Verona, il Convegno L’impresa sostenibile. Il valore della sostenibilità per il Made InOrganizzato da SMI – Sistema Moda Italia e Antia – Associazione Nazionale Tecnici Professionisti del Sistema Moda, l’evento ha visto la partecipazione di Process Factory, da sempre strenuamente impegnata sulle complesse tematiche della sostenibilità sia direttamente, sia attraverso il network 4sustainability, di cui è promotrice insieme a Brachi.

Oltre settanta le aziende presenti, a testimonianza del diffuso interesse verso un modello di sviluppo sostenibile sul quale, non a caso, si sono incentrati molti degli interventi dalla platea.

Il convegno ha rappresentato il primo step di approfondimento di un tema che i settori tessile e della moda, in particolare, stanno interpretando con urgenza sempre maggiore, cogliendone tutte le implicazioni di natura economica, ambientale e sociale. La strada scelta è quella della testimonianza diretta, perché nulla può favorire la comprensione di certe dinamiche come l’esperienza delle imprese che hanno già avviato il loro percorso verso la sostenibilità e stanno dimostrando, risultati alla mano, la piena compatibilità di etica e business.

Francesca Rulli, Sustainability Manager di Process Factory, ha animato uno dei momenti topici dell’incontro. A lei è toccato infatti fare chiarezza su cosa implichi la sostenibilità per le imprese tessili e del comparto moda, quali decisioni possono essere assunte a livello organizzativo interno e di filiera per trasformare la sostenibilità in una leva strategica di sviluppo capace di generare valore.

Strategia e azione. Sull’importanza di far seguire alla fase pur necessaria di presa di coscienza una serie di interventi in grado di incidere concretamente sull’organizzazione e i processi, Francesca Rulli aveva partecipato in veste di relatrice a un altro convegno organizzato sempre a marzo da Confindustria Prato (Tessile Sostenibile, si può e conviene. Prato, 18 marzo 2015) e dedicato, con approccio altrettanto pratico, ai molti bandi aperti per l’innovazione sostenibile.

Concordi le posizioni degli esperti intervenuti ai due convegni. I consumatori sono sempre più disposti a spendere per acquistare prodotti sostenibili, considerati per questo a valore aggiunto. Quanto ai brand, è ormai evidente come la loro reputazione sia sempre più influenzata dai comportamenti adottati. Ecco allora che certe pratiche “virtuose” non sono più vissute come un costo, ma come la garanzia di un business sano e duraturo per le aziende e le persone che vi lavorano.

L’IMPRESA SOSTENIBILE. IL VALORE DELLA SOSTENIBILITÀ PER IL MADE IN
Visualizza il programma del convegno