FANTASIE… SOSTENIBILI! LE AZIENDE SI SCATENANO

Thela_bigSono tante le aziende di moda impegnate attivamente sul fronte della responsabilità sociale. Le idee creative per caratterizzare in senso etico prodotti e processi si moltiplicano ogni giorno che passa e ogni tentativo d’imitazione, in questo caso, è benvenuto.
Tanti gli esempi possibili. Come Thela, l’innovativo software gestionale sviluppato dall’italiana Cleviria per tracciare in maniera sicura, completa e immediata la catena di fornitura. O Remo, un’etichetta e un sistema di track & trace pensato per garantire la trasparenza della filiera produttiva e il risparmio ambientale di ogni capo di abbigliamento.

Tra le invenzioni più creative legate al riciclo, segnaliamo Econyl, risultato di un processo chimico sostenibile per l’ambiente che rigenera e trasforma il nylon contenuto nelle reti da pesca, nei capi sintetici e nei vecchi tappeti in un materiale riutilizzabile più e più volte. Un’altra fibra ecologica è Orange Fiber, proveniente – lo dice la parola stessa… – dalla buccia degli agrumi: non nuoce all’ambiente e rilascia sulla pelle vitamina C!
Tra i brand di moda che producono capi con materiali di scarto, Freitag è forse uno degli esempi di maggior successo. Per realizzare le note borse a marchio svizzero si usano i vecchi teloni dei TIR, un modo decisamente creativo di interpretare il riciclo…

Se al coinvolgimento di Gucci in iniziative legate alla sostenibilità e al finanziamento di progetti umanitari e socialmente responsabili abbiamo fatto l’abitudine, meno noto è l’impegno di Brunello Cucinelli, illuminato imprenditore che in un borgo medievale umbro produce prodotti in cachemire di valore, assicurando dignità e benessere ai lavoratori e contribuendo generosamente anche alla conservazione e allo sviluppo del piccolo centro.
Obiettivi ambiziosi per Cross Company, che punta a diventare entro il 2016 la prima azienda al mondo di fast fashion completamente etica. La società giapponese, tanto per dirne una, è stata una delle prime del paese a introdurre orari di lavoro flessibili per le donne con figli a carico.

Nota di merito, infine, per Out of Fashion, il primo corso di alta formazione sulla moda sostenibile organizzato con il sostegno della Fondazione Gianfranco Ferré e destinato, oltre che agli addetti ai lavori, anche ai giovani intenzionati a creare un loro marchio eco-sostenibile. Per maggiori dettagli, vi invitiamo a leggere l’articolo di 4sustainability dedicato all’iniziativa.