UNA FILIERA SOSTENIBILE PER LA MODA CHE CAMBIA

4sustainability_filiera_sostenibileIl 23 novembre scorso è andato in scena alla Fabrica del Vapore di Milano il Convegno Nazionale AICTC (Associazione Italiana di Chimica Tessile e Coloristica) dal titolo Sostenibilità del tessile: i brand si raccontano a cui ha preso la parola anche Francesca Rulli, Founder & General Manger di Process Factory.
La sostenibilità è una scommessa che si raggiunge solo attraverso la partnership, lo studio e l’innovazione. Su questi temi non esistono competenze mature sul mercato, occorre tanta fatica per trasformare la teoria in pratica e quindi in vantaggio competitivo. E altrettanta ne serve per vincere le resistenze e abbattere la barriera della competizione e della chiusura delle Pmi italiane, strutturalmente poco avvezze alla condivisione” ha detto Francesca Rulli durante il suo discorso.

Quello della sostenibilità è un tema complesso e trasversale a tutti i settori merceologici, tanto da richiedere alle aziende un segno tangibile del loro impegno al riguardo. Negli anni si è assistito a un aumento della sensibilità della popolazione nei confronti di un consumo critico. Infatti si è riscontrata una maggiore attenzione degli utenti sia nei confronti dell’impatto ambientale dei prodotti e dei processi produttivi sia verso il miglioramento delle condizioni dei lavoratori e del benessere dei consumatori finali. Ciò lo si evince, ad esempio, dal maggior premium price che i consumatori sono disposti a pagare per i brand sostenibili, che è passato dal 32% del 2012 al 52% del 2018.