Archivi tag: Greenpeace

CLASSIFICA DETOX: CHI SALE, CHI SCENDE

DetoxCatwalk_bigProdurre vestiti bellissimi senza danneggiare l’ambiente è possibile e sono tante le aziende che hanno cominciato a capirlo. Lo si deduce anche dagli ultimi aggiornamenti della Detox Catwalk, la piattaforma di Greenpeace che valuta ciclicamente i brand impegnati nell’eliminazione delle sostanze tossiche da prodotti e processi di produzione – Ftalati, APEOs e PFCs – e nel rispetto di quelle politiche di trasparenza sui progressi raggiunti che sono alla base del patto stretto con l’associazione ambientalista. Continua a leggere

ANCHE LE AZIENDE TESSILI SI CONVERTONO AL GREEN!

TessileGreen_bigE ora si convertono al green anche le aziende tessili! Berbrand, Tessitura Attilio Imperiali, Italdenim, Besani, Zip e Miroglio hanno infatti aderito alla Campagna Detox di Greenpeace, seguendo l’esempio di Canepa, che aveva già detto sì l’anno scorso, e di alcuni fra i più grandi brand internazionali della moda e del lusso. Miroglio, in particolare, ha esteso il suo impegno per l’eliminazione delle sostanze chimiche pericolose dai processi produttivi anche alla divisione moda, a cui fanno capo noti marchi come Caractère ed Elena Mirò. Continua a leggere

BURBERRY DICE NO ALLE SOSTANZE TOSSICHE

Burberry_bigFino a poche settimane fa, tra marchi più famosi tirati in ballo dallo studio di Greenpeace Piccoli Mostri nell’armadio, di cui vi abbiamo dato conto più volte sul nostro sito, c’era anche Burberry. Non più. Il brand britannico del lusso, infatti, ha deciso di aderire alla Campagna Detox di Greenpeace e impegnarsi con i consumatori a eliminare le sostanze chimiche pericolose da tutti i suoi prodotti.
L’impegno è di raggiungere l’obiettivo entro il 1° gennaio 2020, ma l’azienda ha già cominciato a diffondere i dati sulle sostanze chimiche contenute  Continua a leggere

CHEMICAL MANAGEMENT: LA RISPOSTA DETOX DI 4S

Detox_bigNon si può più fare finta di nulla: per i brand della moda, la sostenibilità è un tema ineludibile, che coinvolge a doppio filo anche la catena di fornitura. Gli studi parlano chiaro, d’altra parte: chi non si adegua, è condannato alla discriminazione dei mercati. Nei prossimi 10 anni, i consumatori adotteranno comportamenti sempre più consapevoli d’acquisto, mentre le aziende vedranno aumentare i rischi legati alla globalizzazione della catena di fornitura – rischi sociali, rischi ambientali e dunque anche economici e d’immagine. Continua a leggere

RAPPORTO PICCOLI MOSTRI NELL’ARMADIO

Piccoli Mostri-bigSostanze chimiche pericolose sono state trovate in vestiti e calzature per bambini di grandi marchi internazionali. Questo è quanto emerge nel nuovo rapporto Piccoli mostri nell’armadio, pubblicato il 14 gennaio 2014 da Greenpeace Asia.
Sono stati testati 82 articoli per bambini acquistati tra maggio e giugno 2013 in negozi monomarca o altri rivenditori autorizzati di 25 Paesi del mondo. Gli articoli sono risultati prodotti in 12 Paesi. Il campionamento comprendeva marchi popolari come Continua a leggere